STOSUR PONE FINE ALLA FAVOLA ROBSON

La campionessa in carica mette fine alla corsa della giovane promessa inglese, che aveva eliminato Clijsters e Li. Ai quarti l’australiana affronterà la numero uno del mondo Victoria Azarenka, che ha dominato l’altra sorpresa Tatishvili.

Be Sociable, Share!

New York (USA) – Sono Victoria Azarenka e Samantha Stosur le prime due quartofinaliste dello Us Open 2012. Confermando il pronostico della vigilia, la numero uno e la numero sette del tabellone hanno superato le due sorprese di questo torneo, ovvero la georgiana Anna Tatishvili e la 18enne inglese Laura Robson.

L’esperienza di Sam, la gioventù di Laura. La campionessa in carica ha messo fine alla corsa della giovane tennista britannica, prima donna suddito di sua maestà agli ottavi di finale di uno Slam dopo 14 anni, “colpevole” di aver eliminato nei primi tre turni due ex campionesse di slam come Kim Clijsters (alla sua ultima partita in carriera) e Na Li. Sam Stosur ha avuto la meglio in due set analoghi, chiusi ambedue per 6-4, ed entrambi decisi da un break ottenuto dalla giocatrice australiana, quando la Robson era chiamata a servire per rimanere nel parziale. Un chiaro segno di come la giovane inglese sia stata sconfitta soprattutto dalla pressione, dovuta all’importanza della posta in palio. Per quasi tutto l’incontro la Robson non è sembrata la stessa giocatrice dei primi due turni, commettendo un numero di errori(41), troppo alto per il prestigioso palcoscenico. A fare il resto ci ha pensato la solidità della Stosur, che ha sempre fatto corsa di testa e che si è trovata in difficoltà solo nel finale, quando ha sprecato l’occasione di servire per il match e soprattutto sette match points. Per un attimo è sembrata tornare ad essere quella giocatrice mentalmente fragile, che si scioglie al momento di dover vincere le partite. Fortunatamente per lei, il margine di vantaggio si è rivelato sufficiente per chiudere un incontro, che se si fosse riaperto sul 5-5, avrebbe potuto nascondere più di un’insidia per la defending champion.

Vika inarrestabile. Tutto facile invece per Victoria Azarenka, che elimina con un rotondo 6-2 6-2 Anna Tatishvili, l’altra sorpresa del torneo, e si qualifica per la prima volta ai quarti di finale dello Us Open, unico Slam in cui non ci era mai riuscita. La numero 73 del mondo è stata la prima georgiana negli ottavi di un Major dal 1992,quando l’impresa riuscì a Leila Meskhi. Troppa la differenza tra le due sfidanti per avere una partita, cosa che accade solamente fino al 2-2 del primo set. Da quel momento infatti la Azarenka alza il volume ed incassa il primo parziale con quattro games consecutivi. Stesso identico copione anche nel secondo set e partita in archivio dopo un’ora e 23 minuti di sostanziale dominio bielorusso, in cui però la Tatishvili è riuscita a far vedere anche quelle qualità di picchiatrice, che le hanno permesso di issarsi fino agli ottavi e che le consentiranno di scalare la classifica, che al momento la vede al numero 73.

Azarenka bestia nera della Stosur. Il pronostico del primo quarto di finale dello Us Open 2012, si presenta quanto mai favorevole alla numero uno del mondo, che ha sempre sconfitto la Stosur nei precedenti sei incontri, senza lasciare l’ombra di un set alla campionessa in carica dello Us Open. L’australiana per sovvertire la tradizione dovrà fare affidamento sull’atmosfera del torneo newyorchese, che sembra trasmetterle energie particolari e che dopo una stagione sostanzialmente anonima, le ha fatto ritrovare quelle sensazione, che l’anno scorso l’hanno trascinata al sorprendente trionfo.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi