AVANTI A FATICA

Murray si qualifica agli ottavi di finale degli Us Open sconfiggendo 7-6 7-6 4-6 7-6 Feliciano Lopez. Ora attende Blake o Raonic. Avanza a fatica anche Nico Almagro. Bene Cilic che sconfigge Nishikori

Be Sociable, Share!

New York (Stati Uniti) – Per far si che quello di oggi pomeriggio sull’Artur Ashe non fosse un match dall’esito scontato occorreva un gran Feliciano Lopez.

Lo è stato. Nel terzo sembrava potersi sciogliere, pagando il contraccolpo dei primi due set persi al tie-break, ma l’ha fatto suo recuperando per due volte un break di ritardo.

Nel primo set era proprio lo spagnolo a procurarsi le prime occasioni di break, ben tre nel terzo gioco del match. Murray era bravo ad annullarle, mentre sul 4 a 5 faceva lo stesso lo spagnolo, annullando tre set point consecutivi col servizio. L’esito scontato del primo parziale era il tie-break, dominato da Murray che portava a casa il primo set e partiva avanti di un break nel secondo.

Dal 3-1 del secondo set, tuttavia, Murray si addormentava e subiva il rientro di Feliciano Lopez. Lo spagnolo continuava a servire alla grande ed a difendersi con le unghie e con i denti in risposta. Anche il secondo parziale andava così al tie-break, con Lopez che si avvantaggiava di un mini break sul 4-1 e poi sul 5-3 steccava un comodo dritto. Murray ne approfitterà piazzando un parziale di 4 punti consecutivi facendo suo anche il secondo parziale.

Lo scotto di un set perso malamente si ripercuoterà inizialmente nella mente dello spagnolo, che cederà nuovamente la battuta ad inizio set, andando sotto 0-2. Lopez recupererà il break di ritardo complici alcuni regali dello scozzese, impatterà sul 2-2 ma andrà nuovamente sotto di un break sul 4-2. Da quel momento, tornerà ad innalzare il livello del proprio tennis piazzando un parziale di quattro giochi consecutivi facendo suo il set.

Il quarto set è una girandola di emozioni e scambi spettacolari e termina nuovamente al tie-break: se lo aggiudica nuovamente lo scozzese per la terza volta, complice un gran passante per il punto del mini-break sul 5-5. Adesso attende Blake o Raonic.

Si salva Nicolas Almagro in una partita che si era complicata, contro il giovane americano Jack Sock, classe 1992. Il match è stato alla pari per tre set, tutti conclusi al tie-break, mentre nel quarto Nico è volato via agevolmente sfruttando un vistoso calo dello yankee.

Match come dicevamo in equilibrio per due, con Almagro che dopo aver fatto suo il primo set al tie-break cedeva il secondo nello stesso modo e si avvantaggiava di un break nel terzo (4-1). Recuperato, annullerà tre pericolose palle break consecutive che avrebbero mandato Sock a servire per il terzo set. Nuovamente al tie-break, Almagro dominerà il parziale che cambierà virtualmente il match: 7-6 6-7 7-6 6-1 lo score finale. Almagro promosso agli ottavi di finale, per Sock la certezza di rivederlo presto ad alti livelli.

L’avversario di Nico Almagro in ottavi di finale sarà il vincente del match della notte tra Sam Querrey e Tomas Berdych.

Si qualifica agli ottavi anche Marin Cilic, vittorioso su Kei Nishikori 6-3 6-4 6-7 6-3. Match in pieno controllo del croato per due set e mezzo, quando Marin si è avvantaggiato di un break ad inizio terzo parziale. Raggiunto e sconfitto nel tie-break del terzo, ha chiuso poi al quarto set, evitando, per la prima volta nel torneo, uno scomodo quinto set. Cilic attende negli ottavi la rivelazione del torneo Martin Klizan, che con un triplice 6-4 si è liberato di Jeremy Chardy.

Murray b. F.Lopez 7-6 7-6 4-6 7-6
Almagro b. Sock 7-6 6-7 7-6 6-1
Cilic b. Nishikori 6-3 6-4 6-7 6-3
Klizan b. Chardy 6-4 6-4 6-4

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi