CHE BELLO CONTRO ROBERTA!

Sara Errani vive a cuor leggero il prossimo match fratricida con Roberta Vinci: “Almeno un’italiana andrà sicuramente in semifinale agli US Open. Con la Kerber ho cercato di fare il meglio per me e il peggio per lei”

Be Sociable, Share!

Tennis – Flushing Meadows. Alimentata da un pila atomica ormai accesa da tempo, Sara Errani ha sconfitto Angelique Kerber per 7-6(5), 6-3. Le due potrebbero essere soprannominate “le duellanti”, dato che sembrano non perdere occasione per scontrarsi in uno Slam; la volta precedente fu al Roland Garros ed il risultato fu analogo a quello odierno.

Sara la delziosa. Qualificata dalla vittoria ai quarti di finale degli US Open e detentrice insieme all’inseparabile amica Roberta Vinci di un nuovo record, dato che sono le prime azzurre di sempre ad accedere nei quarti di uno Slam, ora a Sara Errani si pone un dilemma di portata shakespeariana.

Per accedere alla semifinale la Errani dovrà infatti battersi proprio con la sua compagna di doppio, in uno scontro dove a soccombere potrebbe essere forse l’amicizia cementata da molte vittorie comuni. Alla domanda di rito, dopo un tentennamento iniziale, Sara ha sorriso e risposto. La soluzione al rebus è nelle righe che seguono.

D. E’ giusto dire che cambiare la racchetta ti ha cambiato la carriera?
Sara Errani: “Sicuramente si, mi fa sentire diversa in campo, molto più sicura. Questo è l’anno migliore della mia vita di sicuro”.

D. Non potevi avere lo stesso tipo di racchetta dalla Wilson?
Sara Errani: “No, ci abbiamo provato, ma non c’era soluzione e abbiamo lasciato stare”.

D: Come commenteresti il tuo match di oggi?
Sara Errani: “E’ stata una battaglia incredibile, un incontro molto difficile mentalmente ma anche fisicamente. Solo il primo set è durato un’ora e un quarto. C’è stata molta tattica ed ho cercato di fare il meglio per me e il peggio per lei”.

D. A volte hai avuto un andamento strano. Che differenza c’è stata tra questo match e quello parigino?
Sara Errani: “Sono stati due incontri piuttosto simili, su questa superficie rapida è più difficile giocare il top spin lungo”.

D. Ti trovi bene sul duro come sulla terra?
Sara Errani: “No preferisco la superficie lenta, però qui i campi non sono poi così veloci e le palle Wilson rimbalzano piuttosto abbastanza alte”.

D. Che cosa ti ha fatto vincere oggi?
Sara Errani: “Non lo so, soltanto pochi punti immagino. Ho cercato di rimanere concentrata e di combattere punto su punto, sino all’ultimo 15”.

D. Quale pensi sia la chiave del successo del tuo sodalizio in doppio con Roberta Vinci ?
Sara Errani: “La doppia chiave?”.

D. Perché vincete tanto?
Sara Errani: “Prima di tutto perché siamo molto amiche fuori dal campo e questo ci aiuta moltissimo perché conosci l’altra. Siamo inoltre affiatate perché giochiamo tanto insieme. Infine perché quest’anno stiamo giocando entrambe molto bene”.

D. Allora Venus e Serena sono aiutate dal fatto di essere sorelle?
Sara Errani: “Si, naturalmente, sono delle tenniste incredibili e questa cosa le aiuta ulteriormente”.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi