CIPOLLA Sì, VOLANDRI NO

Filippo Volandri cede da pronostico nel primo turno degli US Open contro la testa di serie numero 32 Jeremy Chardy. Bene Flavio Cipolla, che in quattro ore di lotta ha superato lo sloveno Kavcic

Be Sociable, Share!

New York (Stati Uniti) – Era un match difficile, alla vigilia, quello che vedeva opposto Filippo Volandri al francese Jeremy Chardy. Un match pieno di insidie in primis per la consueta desuetudine del livornese a giocare sui campi veloci, ma ancor di più per l’ottimo momento di forma del francese, reduce dai splendidi quarti di finale colti due settimane fa a Cincinnati, dopo essere stato ripescato come lucky loser.
Chardy, che qui a New York è l’ultimo giocatore accreditato dalle teste di serie (numero 32), ha giocato un match diligente, facendo leva sul suo tennis spumeggiante e soprattutto mettendo in campo tutta la differenza di pesantezza di palla sul servizio.

Non sono mancate, nonostante il risultato finale favorevole al francese (6-3 6-4 6-3) le occasioni per Filippo, che nel primo set mancava, nel primo gioco, subito una palla break, prima di cedere il servizio sul 2 a 3. Si apriva male la seconda frazione per il livornese, apparso comunque molto intraprendente e spesso alla ricerca della rete. Filippo cedeva subito la battuta, da 30-0: sarà questo il break che deciderà l’intero parziale, concluso poi con il punteggio di 6-4 in favore di Chardy, che lasciava le briciole al servizio a Volandri.

Nel terzo, ancora una volta Filippo si procurava per primo le palle break (ben 5) sul 2 a 1 in suo favore e mancava, sul 3-3 una palla game prima di perdere la battuta ai vantaggi. Perso il servizio, Filo si scioglierà pian piano cedendo i successivi giochi e consegnando il match a Chardy.

Punteggio severo per il giocatore livornese che tuttavia ha disputato una discreta partita, apparendo abbastanza in palla anche su una superficie a lui sfavorevole. Avanza al secondo turno Jeremy Chardy, che affronterà adesso il vincente del match tra Ebden e Ito.

In campo nella giornata inaugurale del torneo di Flushing Meadows un altro azzurro, Flavio Cipolla, che in quattro ore di gioco ha avuto la meglio dell’ostico sloveno Blaz Kavcic con il punteggio finale di 6-4 7-6 3-6 6-3.

Dopo essere stato in vantaggio di due set, Flavio crollava nel terzo, andando sotto 5-1, prima di recuperare un break ma capitolare per 6-3. Nel quarto, la fiera del break aveva inizio nel primo gioco, con Flavio che provava a scappare ma Kavcic nel quarto gioco recuperava lo svantaggio. Un nuovo break e controbreak portavano la situazione sul 3-3, momento dal quale Flavio prenderà il sopravvento, mettendo a segno tre giochi consecutivi e chiudendo la frazione.

Al prossimo turno per l’azzurro ci sarà il giovane americano Jack Sock, capace di eliminare in tre set Florian Mayer.

Matteo Grigatti

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi