DOMINIO SPAGNOLO

Gli Us Open parlano sempre più lo spagnolo. Dei primi 5 giocatori ad essersi qualificati per gli ottavi di finale, quattro difendono i colori della nazione iberica. Querrey supera Almagro

Be Sociable, Share!

New York. Che la Spagna sia la nazione dominatrice del tennis maschile è risaputo, ma ciò che sta accadendo sul cemento degli Us Open è qualcosa di decisamente raro. Sin qui si sono conclusi cinque degli otto incontri odierni (al maschile) e quattro sono stati portati a casa da tennisti della nazione iberica. Su tutti spicca il successo di Fernando Verdasco, autore di un ottimo match contro David Nalbandian, sconfitto in quattro set. Avanzano senza problemi anche Rafael Nadal, David Ferrer e Feliciano Lopez; eliminato invece Nicolas Almagro.

Nalbandian cede il passo a “Nando”. Quello tra Verdasco e Nalbandian, oltre ad essere il match di giornata più atteso, è stato probabilmente anche il più bello, con i due giocatori capaci di esprimere un ottimo tennis e dar vita ad un’avvincente battaglia. Nella prima frazione, dopo quattro lunghi game di “studio”, lo spagnolo è riuscito a prendere in mano le redini del gioco, piazzando un secco allungo contro il quale il sudamericano nulla ha potuto. Il secondo parziale è invece risultato appannaggio di Nalbandian, che non è però riuscito a invertire l’inerzia della sfida. Verdasco ha infatti vinto il terzo set e, all’inizio del quarto, dopo aver cancellato tre palle-break consecutive nel secondo game, non ha più concesso nulla, strappando subito la battuta all’argentino e dominando le fasi finali dell’incontro. 6-2 3-6 6-3 6-2 il punteggio finale. Prossimo avversario di “Nando” sarà David Ferrer, vincitore per 7-6 6-2 6-2 su Gimeno-Traver nell’unico derby proposto dal “cartello” della settima giornata del Major newyorkese.

Nadal in scioltezza. Tutto facile invece per Rafael Nadal che non ha avuto alcun problema a superare Gilles Simon, un giocatore contro il quale in passato aveva sofferto, perdendoci anche in un’ occasione (sul veloce indoor del Master 1000 di Madrid). Rafa si è imposto per 6-4 6-4 6-2, sfruttando al meglio le occasioni avute e annullando prontamente l’unico break-point concesso. Dopo quattro match apparentemente semplici, nei quali il numero 1 del mondo è stato bravo ad evitare complicazioni, iniziano ora i “problemi”. Martedì Rafa se la vedrà infatti con il connazionale Feliciano Lopez, vincitore oggi su Sergiy Stakhovsky (6-3 4-0 ritiro), e avversario decisamente ostico. I due iberici, esponenti di due stili di gioco completamente differenti, si sono affrontati per 7 volte, e in cinque occasioni ha vinto Nadal. A favore di “Feli” vi è però l’ultimo precedente, vinto dall’attaccante spagnolo sull’erba del Queen’s Club di Londra qualche mese fa (7-6 6-4). Sicuramente se ne vedranno delle belle.

Querrey rovina l’en-plein. A rovinare (seppur in minima parte) la festa spagnola ci ha pensato lo statunitense Sam Querrey, ventesima testa di serie, che ha eliminato Nicolas Almagro (14). Nonostante la classifica sia a favore di “Nico”, il pronostico vedeva chiaramente favorito il gigante americano, bravo a mantenere tutti i propri turni di servizio e imporsi per 6-3 6-4 6-4. Wawrinka-Murray, Youzhny-Isner e Robredo-Llodra le rimanenti sfide di giornata.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.