ANCORA NOVAK DJOKOVIC!

Il serbo ha battuto con il punteggio di 6-2 6-4 6-7 6-1 Rafael Nadal, aggiudicandosi per la prima volta in carriera gli Us Open

Be Sociable, Share!

New York (Stati Uniti). Dopo Australian Open e Wimbledon, ecco anche gli Us Open. Sembra non voler smettere di stupire Novak Djokovic, numero uno del mondo, che quest’oggi ha messo le mani anche sul torneo di Flushing Meadows, sconfiggendo Rafael Nadal per la sesta volta in altrattanti incontri (tutte finali) disputati nel 2011. Per il serbo quello odierno si tratta del quarto titolo in carriera in un Major, che gli permetterà il prossimo anno di guardare al Roland Garros come unico torneo da conquistare per diventare il terzo tennista in attività a poter vantare il ‘career slam’. Ma il Djokovic attuale sembra pronto anche per qualcosa di più, cioè quel Grande Slam sfuggito prima a Federer e poi a Nadal, e (ormai lo possiamo dire) negatogli dall’elvetico nell’ormai celebre semifinale parigina. Ma c’è ancora tempo. Parecchio.

RIVIVI L’INCONTRO CON LA NOSTRA DIRETTA SCRITTA:

2.24: Novak Djokovic b. Rafael Nadal 6-2 6-4 6-7 6-1. Subito avanti per 30-0 grazie a due colpi vincenti il serbo si lascia riprendere sul 30-30, ma con altri due colpi vincenti archivia la pratica, lasciandosi cadere a terra. E’ terminato così un match a tratti a senso unico, a tratti molto intenso ed equilibrato. E ha vinto il migliore. Meritando.

2.20: Due winners di ‘Nole’, seguiti da altrettanti errori di Nadal, permettono al serbo di piazzare a zero un secondo break, e volare sul 5-1 e servizio.

02.16: Djokovic mantiene a zero il servizio, e dopo poco più di 4 ore di gioco si trova in vantaggio per 4-1 al quarto set.

02.09: Break Djokovic. Il serbo apre con un break la quarta partita, e si trova ora in vantaggio per 3-0. Nadal di nuovo costretto a inseguire.

01.42: 7-6 Nadal, si va al quarto. Un errore di diritto nel secondo punto costa caro a Novak Djokovic, che finisce subito sotto per 4-1 nel tie-break e, nonostante i numerosi tentativi, non riesce più a riagganciare Nadal, a segno per 7-3.

01.32: Controbreak di Nadal, che senza salvare match-point si guadagna il tie-break.

01.24: Break di Djokovic, che nell’undicesimo game sorprende Nadal con un paio di giocate di pregevole fattura, su tutte la bordata lungolinea (di rovescio) che gli consegna la possibilità di servire per il match. 6-5.

01.10: 4-4. Djokovic ha tenuto il servizio dopo aver salvato – con un vincente col rovescio lungolinea dopo un lungo e spettacolare scambio – una pericolosissima palla-break.

00.55: 3-3. Anche questa volta il tentativo di allungo di Djokovic si spegne nel gioco successivo, con Nadal che recuperà la parità.

00.49: Nuovo break di Djokovic, che dopo un game di oltre 10 minuti costellato da scambi lunghissimi (in cui ha sempre costretto Nadal a giocare il rovescio) ha tolto il servizio al rivale alla seconda occasione. 3-2 e servizio per ‘Nole’.

00.38: Immediato il controbreak di Nadal, che si vede annullare due palle-break (ace e gran diritto) ma ce la fa alla terza, mal giocata dal serbo. 2-2.

00.31: Dopo due giochi regolari ecco arrivare subito un nuovo break di Djokovic, che sposta immediatamente dalla sua parte l’inerzia della terza frazione. 2-1 e servizio per il serbo.

00.18: 6-4 Djokovic. Dopo aver ceduto il primo ‘quindici’ con un errore, Djokovic conquista i successivi quattro, chiudendo con uno spettacolare diritto in corsa che gli consegna la seconda frazione.

00.13: Djokovic però non ci sta, e, aiutato da tre errori di diritto di Nadal, si riprende immediatamente il break appena perso, conservando la possibilità di servire per il set dopo il cambio di campo. 5-4 per il serbo.

00.09: Nadal, che sembrava ormai prossimo a perdere anche il secondo set, strappa la battuta a Djokovic e pareggia i conti, per il boato del pubblico dell’Arthur Ashe Stadium. 4-4.

00.02: Entrambi i giocatori tengono la battuta, e finalmente il secondo set si differenzia dal primo. Djokovic, che ha fallito – con una brutta risposta in rete – una palla del doppio break, dopo il cambio di campo servirà per portarsi 5-3.

23.47: 3-2 e servizio Djokovic. Sin qui l’andamento della seconda frazione ha ricalcato alla perfezione quello della precedente, con il serbo che ha nuovamente ribaltato la situazione. Nadal pare in totale balia del tennis rivale, come dimostrato dal doppio fallo commesso sul 15-40.

23.39: Dopo un game durato la bellezza di 17 minuti, Djokovic ha recuperato il break di svantaggio, proprio come nella prima frazione. Il serbo si è visto dire di no sulle prime cinque palle-break a propria disposizione, ma non ha smesso di crederci, avendola vinta alla sesta, resa decisiva da un comodo smash spedito largo dal rivale.

23.20: Il secondo parziale si apre come il precedente. Nadal tiene agevolmente il suo primo turno di servizio, e poi pressando da fondo campo strappa la battuta a Djokovic, portandosi sul 2-0. Vedremo se riuscirà a far meglio rispetto alla prima frazione, in cui – dopo l’iniziale vantaggio – ha subito un parziale di sei giochi a zero.

23.07: 6-2 Djokovic. E dopo 53 minuti il primo set è del numero uno del mondo, che è partito male ma ha giocato in crescendo, diventando ora assoluto padrone del campo, tanto da tenere a zero l’ultimo turno di battuta.

23.04: 5-2 e servizio Djokovic. Novak, dopo aver confermato il break, ne ha piazzato un secondo, e dopo il cambio campo andrà a servire per conquistare la prima frazione. Troppo corte le palle di Nadal per il Djokovic attuale, che può spingere a piacimento.

22.50: Break Djokovic. Il serbo si porta 0-30, viene riagganciato sul 30-30, ma prima beneficia di un errore rivale e poi gioca un grandissimo punto chiuso da un diritto vincente, ribaltando la situazione dopo lo 0-2 iniziale.

22.42: Djokovic agguanta il 2-2, ma che fatica! L’allievo di Marian Vajda è stato costretto ad annullare ben tre palle-break al rivale, due dal 15-40 (con una buona discesa a rete e un ‘unforced’ rivale) e una terza ai vantaggi, cancellata con un ace.

22.31: Immediato il controbreak di Djokovic, che inizia a spingere da fondocampo e costringe ripetutamente all’errore l’avversario. 2-1 per Nadal. Dopo il cambio campo ‘Nole’ servirà per pareggiare i conti.

22.25: Neanche il tempo di iniziare, e Nadal ha già strappato il servizio al rivale. A tradire Djokovic (sul 30-30) due errori non forzati di rovescio: prima un incrociato largo e poi un lungolinea in rete. Lo spagnolo conduce ora per 2-0.

22.18: Buona partenza del campione maiorchino, che tiene a 30 il suo primo turno di battuta.

22.14: Si parte. Rafael Nadal il primo a servire.

22.04: I due giocatori sono da poco scesi in campo. Fra qualche istante scatteranno i cinque minuti di riscaldamento.

Manca poco, ci siamo. Oggi è il grande giorno. Alle 22 italiane (le 16 del pomeriggio nella Grande Mela), scatterà la finalissima degli Us Open 2011, spostata a lunedì per il quarto anno consecutivo. Si affronteranno Novak Djokovic e Rafael Nadal, i primi due giocatori della classifica mondiale, nonchè gli stessi che si sfidarono, all’ultimo atto, lo scorso anno. E’ l’ottava volta che accade, e per quattro volte il campione uscente ha saputo confermarsi. L’ultimo a riuscirsi fu Jimmy Connors, che nell’82-83 battè Ivan Lendl per due anni di fila. Lo stesso non accadde, invece, qualche anno più tardi, quando lo stesso Lendl – che nel 1987 Ivan superò Mats Wilander in finale – subì la vendetta dello svedese l’anno successivo.

Ben differenti le sfide che hanno promosso in finale i due contendenti. Il serbo ha sconfitto Roger Federer al quinto set, rimontando da due set sotto e uno svantaggio di 3-5 (con due match-point) nel parziale decisivo, mentre il maiorchino ha passeggiato contro Andy Murray, sconfitto in quattro partite. Nonostante i precedenti fra i due siano ancora a favore di ‘Rafa’ (16 i suoi successi, contro i 12 di ‘Nole’), il tennista di Belgrado ha vinto tutti i cinque giocati nel 2011, in altrettante finali (Indian Wells, Miami, Madrid, Roma e Wimbledon). L’ultima finale vinta da Nadal contro Djokovic – sono cinque pure quelle – risale invece proprio allo scorso Us Open, quando il giocatore allenato dallo zio Toni si impose con il punteggio di 6-4 5-7 6-4 6-2.

Djokovic pare quindi decisamente favorito, e sono d’accordo anche i bookmakers, che quotano a 1.72 la sua vittoria, contro il 2.56 a cui è ‘dato’ un successo dell’iberico. Alle 22 l’inizio. Segui la sfida con noi, con aggiornamenti tempestivi e cronaca scritta in tempo reale.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi