FOGNINI OUT, RODDICK CONTINUA A CORRERE

Fuori al terzo turno degli Us Open Fabio Fognini per mano di Andy Roddick: 7-5 7-6 4-6 6-4. Fabio ha giocato un’ottima partita ma non è bastata. Roddick prosegue la sua corsa: sfiderà Del Potro

Be Sociable, Share!

New York (Stati Uniti) – Fabio Fognini esce di scena dall’ultimo torneo dello Slam annuale, gli Us Open. Lo fa dopo una dura lotta di oltre tre ore e quattro set, dopo aver giocato un match alla pari con l’ex numero 1 del mondo, cedendo solo 6-4 al quarto set.

Fabio partiva male come spesso gli accade, lento e poco reattivo, cedendo il servizio già nel secondo gioco e andando sotto 0-3. Pian piano l’azzurro inizierà a muovere i piedi e trovare i giusti automatismi in risposta per impensierire Roddick al servizio e si procurerà il contro break. Un nuovo pasticcio, dopo aver fallito una palla break nel decimo gioco (Roddick ha servito un ace centrale) nell’undicesimo gioco, consegnerà la prima frazione all’americano.

Fabio partirà bene nel secondo set, strappando subito il servizio a Roddick ma cedendo immediatamente il contro break. Il set proseguirà sul filo dell’equilibrio con Fabio sempre più dentro il match, capace sempre di rispondere al servizio dell’americano e controbattere con un servizio molto solido. Si arriverà così fino al tie-break, dove dopo un punto di mini break iniziale in favore dell’azzurro, Fabio cederà i successivi sette punti andando sotto di due set.

Fabio si trovava così sotto dopo due ore di gioco di due set, nonostante avesse giocato alla pari con Roddick, trovandosi addirittura sopra nel computo degli aces serviti. Fabio farà suo il terzo set al terzo set point dando l’impressione di poter girare il match, trovandosi sempre più a suo agio in risposta e negli scambi da fondo.

L’azzurro partirà dietro nel quarto, ma recupererà prontamente il break a zero, ma in un sanguinoso settimo gioco, fallirà la palla del sorpasso con un doppio fallo e cederà il break decisivo. Roddick chiuderà da campione, continuando a servire bene ed abbreviando gli scambi venendo a prendersi i punti a rete. Fabio le proverà tutte, ma dovrà alzare bandiera bianca sull’ennesimo servizio vincente dell’americano che vincerà con il punteggio di 7-5 7-6 4-6 6-4.

Rammarico per il ligure che con un pizzico in più di continuità avrebbe potuto allungare il match per poi chissà, farlo suo al set decisivo, con un Roddick che dava l’impressione di iniziare a pagare in termini di stanchezza la fatica del match.

Si ferma la corsa di Fabio, che da domani sarà a Genova per partecipare al ricco challenger a cui è iscritto anche Andreas Seppi. Prosegue quella di Roddick, che agli ottavi, nel suo ultimo torneo della carriera, sfiderà Juan Martin del Potro.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi