LA REGINA NERA

Dopo una splendida finale, Serena Williams si aggiudica il 4° Us Open della carriera. Victoria Azarenka si gioca tutto a viso aperto andando a servire per il match, ma subisce il ritorno veemente dell’americana, che trionfa a New York con il punteggio di 6-2 2-6 7-5 e mette in bacheca il 15° slam della carriera

Be Sociable, Share!

New York (USA) – Entusiasmo alle stelle e grande spettacolo accompagnano la finale femminile degli Us Open 2012 tra Serena Williams e Victoria Azarenka. Alla fine il pronostico viene rispettato, ma chi si aspettava un dominio pressochè totale di Serena resta di fatto piacevolmente sorpreso. L’americana porta a casa il 4° open degli Stati Uniti, ma rischia seriamente di perderlo. Un primo set a senso unico lancia la Williams verso un 6-2 letale, fatto di un predominio pressoche totale su tutti i fondamentali. Nel secondo set la musica cambia radicalmente, e dopo il break iniziale l’Azarenka mette paura a Serena, che perde lucidità al servizio e sul dritto. Vika prende fiducia, affonda i suoi colpi e rimette in piedi il match ricanbiando il 6-2.

Il terzo set regala equilibrio e spettacolo al pubblico presente, che spinge Serena, ma applaude estasiato anche alle giocate della bielorussa. Il match si accende anche sul piano tecnico diventato una sfida bellissima. Serena viaggia a corrente alternata, e al 7° game subisce il break che manda L’Azarenka avanti. La bielorussa sembra pronta a fare l’impresa, ma quando va a servire per il match sul 5-4 si squaglia, mentre Serena, armata di coraggio e ritrovata fiducia, spazza via i fantasmi, ribalta il confronto e trionfa per la 15 ° volta in uno slam con il punteggio di 6-2 2-6 7-5, lasciando in lacrime la sua avversaria.

Ore 1:19. Williams – Azarenka 6-2 2-6 7-5 Break! Serena agguanta l’osso e non lo molla più. Vika serve bene, aggancia due occasioni del tièbreak, ma Serena si gioca tutto in risposta e affonda le ultime speranze dell’Azarenka, che dopo averci creduto si arrende con il punteggio di 6-2 2-6 7-5. Serena Williams vince gli Us Open 2012

Rivivi passo passo la nostra diretta scritta

Ore 1:10. Williams – Azarenka 6-2 2-6 6-5. Basta poco a Serena per tornare cannibale e macinare punti al servizio. Il sorpasso di Serena si concretizza proprio grazie al colpo d’inizio gioco che tiene a bada la bielorussa, a cui non basta un passante di rovescio per riaprire un game che si chiude a 15 e porta la Williams avanti  6-5.

Ore 1:04. Williams – Azarenka 6-2 2-6 5-5 Break! Emozioni a non fine sul centrale di New York. Sul momento di chiudere l’Azarenka tira il frena a mano, Serena trova due risposte micidiali  e il resto lo confeziona la bielorussa, che va sotto 0-40 e cede a 15 il controbreak che riapre la finale.

Ore 1:00. Williams – Azarenka 6-2 2-6 4-5. Serena non ci sta, tiene ancora bene il servizio chiudendo con un lungolinea micidiale. Per lei adesso l’ultima chance di riagganciare la bielorussa, che adesso con le palle nuove va a servire per il titolo

Ore 0:55. Williams – Azarenka 6-2 2-6 3-5. Grande cuore e grandi colpi per l’Azarenka, mai indietro sugli affondi di Serena e sempre pronta a rimettere tutto in gioco anche nei momenti difficili. Una palla sulla linea annulla la palla break del 4-4 e poi libera il suo dritto in lungolinea che punisce una Williams un pò troppo statica. Vika allunga sul 5-3 e si garantisce l’opportunità di servire per il titolo.

Ore 0:49. Williams – Azarenka 6-2 2-6 3-4 Break! Tornano i fantasmi per Serena Williams, che con un doppio fallo e una prima di servizio sempre meno presente, patisce le risposte in pancia della Azarenka, che fa male e strappa a 0 il 7° gioco, che le vale il nuovo sorpasso ma sopratutto un nuovo break.

Ore 0:45. Williams – Azarenka 6-2 2-6 3-3. Un ottimo turno a servizio di Vika e 3 errori banali di Serena, donano il 6° game alla bielorussa, che rimette il set in parità sul 3-3

Ore 0:40. Williams – Azarenka 6-2 2-6 3-2. In c’mon di Serena squarcia il silenzio del campo centrale per un ace che vale oro. L’americana torna a servire come sa e passa a condurre sul 3-2.

Ore 0:35. Williams – Azarenka 6-2 2-6 2-2 Break! Punte di gioco elevatissime per un game fiume che alla fine premia la grande forza di volontà di Serena. L’americana sotto 40-15 ritrova a tratti il dritto, s’inventa un lob micidiale in difesa poi con una risposta vincente rimette in piedi il match e impatta sul 2-2. Pubblico in deliro per un match adesso davvero bello.

Ore 0:26. Williams – Azarenka 6-2 2-6 1-2 Break!. Dopo aver fallito due palle break, Serena espone il fianco alla sua avversaria che non si lascia sfuggire l’occasione. Le prime di servizio latitano, e Vika resta sempre molto attiva in risposta, trovando quella profondità che manda il tilt le certezze di Serena, che sotto 15-40 salva una palla break prima di arrendersi e mandare la bielorussa a servire avanti 2-1.

Ore 0:20. Williams – Azarenka 6-2 2-6 1-1. Serena cerca subito di scappare, ritrovando a tratti il suo dritto in risposta. L’Azarenka però è ben salda nel match, affonda i suoi colpi, annulla 2 palle break e con uno splendido attacco in controtempo chiude a rete il game dell’1-1

Ore 0:15. Williams – Azarenka 6-2 2-6 1-0. Serena prova a reagire partendo al meglio nella terza frazione. Un buon turno al servizio la manda avanti 1-0

Ore 0:10. Williams – Azarenka 6-2 2-6. Nel momento di chiudere l’Azarenka non trema. Forte della giusta convinzione e la fiducia sui propri colpi, la bielorussa serve al meglio e manda tutti al 3° set. 15 errori e solo il 48 % di prime in campo condannano la Williams al primo set perso in questo torneo

Ore 0:06. Williams – Azarenka 6-2 2-5. Serena ci prova ma forse è troppo tardi. Game perfetto al servizio e piccolo passo avanti sul 2-5 per l’americana. L’Azarenka però va adesso a servire per aggiudicarsi il 2° set

Ore 0:03. Williams – Azarenka 6-2 1-5. Altro ottimo game al servizio per la bielorussa, che tiene a bada le velleità di una Williams in piena difficoltà sul dritto a rimbalzo. Victoria pressa e incassa a 30 il game del 5-1

Ore 23:57. Williams – Azarenka 6-2 1-4 Break! Un servizio balbettante e un dritto meno solido, danno fiducia alla biellorussa, che anche in risposta riesce a dare continuità alla sua azione. Vika adesso c’è, trova campo e angoli, e alla 4° palla break inchioda Serena sul 4-1 pesante

Ore 23:50. Williams – Azarenka 6-2 1-3. Victoria sembra finalmente uscire dal guscio. Più propositiva e meno fallosa, la bielorussa tiene meglio sul piano del palleggio non lesinando anche qualche ottimo vincente. Serena ci prova in risposta, manca una palla del controbreak, ma alla fine cede ai vantaggi.

Ore 23:45. Williams – Azarenka 6-2 1-2. Dopo il break subito, Serena torna a servire come sa, e nonostante altri due errori gratuiti chiude a 30 il primo game del suo secondo set.

Ore 23:43. Williams – Azarenka 6-2 0-2. Scampoli di partita per una Serena Williams al momento a fari spenti. Altri errori gratuiti e un buon ritmo della bielorussa, chiudono un parziale di 8 punti a 1 che lancia l’Azarenka sul 2-0

Ore 23:39. Williams – Azarenka 6-2 0-1 Break! Il set appena vinto rilassa fin troppo l’americana, che resta un filo più fallosa. Sotto 15-40 Serena concede le prime due palle break del match, che si concretizza poco dopo con il primo doppio fallo. Vika ringrazia e gira avanti 1-0 e servizio.

Ore 23:35. Williams – Azarenka 6-2 Break!. Devastante game il risposta di Serena Williams, che sopratutto di rovescio schianta la sua avversaria a fondocampo non lascindole nemmeno un 15. Serena incassa il primo set 6-2 in 32 minuti.

Ore 23:28. Williams – Azarenka 5-2. Si viaggia sempre abbastanza veloce sui game al servizio della Williams, che conferma con una certa sicurezza il break iniziale. il 75 % di punti con la prima e quansi il 70 con la secona, non danno canche a Vika in risposta, che gira sotto 5-2 e va servire con le palle nuove per rimanere nel set.

Ore 23:22. Williams – Azarenka 4-2. Altro buon game per l’Azarenka, che comunque in fase di palleggio prova ad imbastire le sue buone trame offensive. Serena concede qualcosa e la n.1 del mondo resta in scia sul 4-2

Ore 23:19. Williams – Azarenka 4-1. Con qualche prima in meno e un paio di errori in più, Serena si lascia rimontare da 40-0  , ma finisce ugualmete per aggiudicarsi il game. Vika non sfrutta l’occasione e alla fine paga dazio.

Ore 23:13. Williams – Azarenka 3-1. Buon turno al servizo per l’Azarenka, che costringe la sua avversaria ad un paio di errori, aggiudicandosi il primo game della sua partita.

Ore 23:09. Williams – Azarenka 3-0. Impeccabile al servizio Serena vola nel 3° gioco e chiude rapidamente verso il 3-0 in suo favore.

Ore 23:06. Williams – Azarenka 2-0. Break! Sotto 0-40 Vika rimonta, e con un paio di ottime soluzioni vincenti rimette in piedi un game che Serena però non molla. Un lob al millimetro permette alla Williams di concretizzare la 5° palla break e allungare sul 2-0 e servizio. Nonostante 9 prime su 10 la n.1 del mondo cede per la prima volta il servizo.

Ore 23:00. Williams – Azarenka 1-0.  Inizio prorompente dell’americana, che con un ace e 2 servizi vincenti lascia un 15 alla sua avversaria e gira avanti 1-0

Ore 22:50. Finalmente protagoniste in campo per il palleggio di riscaldamento

Ore 22:30. Splende il sole sul centrale di New York.  A breve scatterà la finale femminile tra Victoria Azarenka e Serena Williams

New York (USA) Torna a risplendere il sole su New York, che stasera conoscerà la nuova regina degli Us Open 2012. Victoria Azarenka e Serena Williams si sfidano in finale per riscrivere a modo loro la propria storia tennistica. La bielorussa, da n.1 del mondo, è alla prima finale in america, cerca il bis stagionale dopo il primo e unico titolo slam conquistato lo scorso gennaio a Melborune.  Discorso ben diverso per la Serena, autentica dominatrice dell’utlimo decennio. Alla sua 20° finale slam, la statunitense cerca il 15° titolo e il quarto a New York, solo sfiorato lo scorso anno. Oggi come allora il suo percorso è stato impeccabile, con 0 set persi e soli 19 game lasciati per strada. I precedenti sono quasi una sentenza: 9-1 per l’americana, sconfitta solo nel lontano 2009 e capace di cedere appena un set nelle restanti otto sfide. La fuoriclasse di Saginaw parte favorita,  ma Vika ha gambe e grinta per tenerle testa.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi