MURRAY IN FINALE, BERDYCH KO

In un match caratterizzato dal forte vento, lo scozzese perde il primo set, poi non lascia scampo a un Berdych abbastanza deludente, che comunque ci prova nel quarto set. Murray si qualifica quindi per la seconda finale Slam della stagione

Be Sociable, Share!

New York (Stati Uniti) – E’ servito un set di messa a punto a Andy Murray per abituarsi al vento che ha condizionato la prima semifinale degli US Open 2012. Poi lo scozzese ha dominato il suo avversario, Tomas Berdych, fino ad andare a condurre per 5-7 6-2 6-1 3-0 e 15-40 sul servizio del ceco. A quel punto Berdych è tornato a giocare il suo miglior tennis, è riuscito a recuperare lo svantaggio, ed è arrivato anche al set-point per allungare la sfida al quinto. Ma Murray è stato molto bravo nei momenti importanti, si è aggiudicato il quinto tie-break su altrettanti giocati in questo torneo, e si è qualificato per la sua seconda finale Major della stagione, dopo quella persa a Wimbledon contro Roger Federer.

Berdcyh, nonostante due set davvero deludenti, può ritenersi soddisfatto del torneo giocato e del fatto di aver recuperato un quarto parziale che sembrava compromesso dopo i primi giochi.

Murray sfiderà quindi in finale il vincente della seconda semifinale, quella tra Novak Djokovic e David Ferrer.

Di seguito la cronaca del match.

22:23 – Murray-Berdych 5-7 6-2 6-1 7-6. Rimonta due mini-break di svantaggio Andy Murray, che dopo essersi trovato indietro per 1-4, impatta il rivale sul 5-5. Berdych arriva comunque al set-point sul 6-5, ma un gran rovescio in contropiede permette a Murray di annullarlo. Successivamente è proprio lo scozzese ad arrivare al match-point sul 7-6, ma il ceco è freddissimo e lo annulla con un ace. E’ il secondo match-point quello buono, con Murray che chiude 9-7 e si qualifica per la finale degli US Open 2012.

22:10 – Murray-Berdcyh 5-7 6-2 6-1 6-6. Buon turno di battuta per il numero 6 del seeding, che raggiunge il tie-break in questo quarto set.

22:04 – Murray-Berdych 5-7 6-2 6-1 7-5. Lo scozzese non concede alcun punto al servizio, e torna avanti sul 6-5.

22:01 – Murray-Berdych 5-7 6-2 6-1 5-5. Si salva da 15-30 Tomas Berdych, che tiene la battuta del 5-5.

21:56 – Murray-Berdych 5-7 6-2 6-1 5-4. Nessun problema per Murray, che tiene il servizio a 30 e manda Berdych a servire per rimanere nel match dopo il cambio di campo.

21:52 – Murray-Berdych 5-7 6-2 6-1 4-4. Sembra essere tornato quello del primo set Tomas Berdych, che tiene il servizio per la terza volta consecutiva, e pareggia il conto sul 4-4.

21:46 – Murray-Berdych 5-7 6-2 6-1 4-3. Torna a vincere un game Murray, che sale 4-3 nel quarto set.

21:43 – Murray-Berdych 5-7 6-2 6-1 3-3. Il ceco completa una rimonta che fino a qualche minuto fa sembrava impossibile, quando si era trovato indietro per 0-3 e 15-40. Tiene il servizio a zero, e impatta il rivale sul 3-3.

21:38 – Murray-Berdych 5-7 6-2 6-1 3-2. A sorpresa arriva l’improvviso contro-break di Berdych, che in un amen vola sullo 0-40, subisce la parziale rimonta del rivale fino al 30-40, ma alla terza palla-break gioca un dritto sulla riga, sul quale Murray non riesce a difendersi.

21:34 – Murray-Berdych 5-7 6-2 6-1 3-1. Berdych commette un errore dopo l’altro, e solo in rare occasioni riesce a giocare colpi vincenti. In questo caso il ceco recupera da 15-40, giocando un gran punto sulla seconda delle due palle-break, ne concede una terza, ma alla fine riesce a salvarsi, rimanendo in vita in questo quarto set.

21:24 – Murray-Berdych 5-7 6-2 6-1 3-0. Game lampo per Murray, che vola sul 3-0 ed è a un passo dalla seconda finale Slam stagionale.

21:22 – Murray-Berdych 5-7 6-2 6-1 2-0. Ennesimo break dello scozzese, che sale 2-0 anche in questo quarto parziale.

21:13 – Murray-Berdych 5-7 6-2 6-1 1-0. Buon avvio di quarto set per Murray, che dopo essersi fatto recuperare dal 40-15 al 40-40, tiene il servizio ai vantaggi.

21:06 – Murray-Berdych 5-7 6-2 6-1. Ha bisogno di cinque palle-set Andy Murray per chiudere un parziale dominato dall’inizio alla fine. Lo scozzese è ora avanti per due set a uno.

20:55 – Murray-Berdych 5-7 6-2 5-1. E’ 12-0 lo score di Murray al servizio in questo terzo set. Lo scozzese è a un solo game di distanza dalla conquista del parziale.

20:50 – Murray-Berdych 5-7 6-2 4-1. Torna a conquistare un game Berdych, che accorcia le distanze sull’1-4.

20:46 – Murray-Berdych 5-7 6-2 4-0. Non ha ancora perso un punto al servizio nel terzo set Andy Murray, che vola sul 4-0.

20:42 – Murray-Berdych 5-7 6-2 3-0. Altro break dello scozzese, che sta dominando la partita grazie al back di rovescio giocato in lungo linea, sul quale Berdych non riesce a giocare un dritto efficace.

20:37 – Murray-Berdych 5-7 6-2 2-0. Servizio tenuto a zero da Murray, che sale 2-0.

20:34 – Murray-Berdych 5-7 6-2 1-0. Come era successo nella seconda frazione, arriva il break di Murray in apertura di set. In questo caso lo scozzese strappa il servizio al rivale addirittura a zero, e parte avanti anche nel terzo parziale.

20:27 – Murray-Berdych 5-7 6-2. Dopo 2 ore e 1 minuto di gioco, la situazione torna in parità, con Murray che vince il secondo set per 6-2.

20:20 – Murray-Berdych 5-7 5-2. Berdych si salva, con Murray che è per quattro volte a due punti dal set, e allunga il secondo parziale all’ottavo gioco.

20:15 – Murray-Berdych 5-7 5-1. Lo scozzese recupera da 0-30 e si avvicina ulteriormente al traguardo del set pari.

20:09 – Murray-Berdych 5-7 4-1. Arriva il secondo break di Murray, che è a un passo dalla conquista del secondo set.

20:01 – Murray-Berdych 5-7 3-1. Il vento aiuta Andy, che apre il game con un ace, nonostante il suo servizio vada ad una velocità di 141 km/h. E’ tutto facile per lo scozzese, che tiene la battuta a 15.

19:56 – Murray-Berdych 5-7 2-1. Berdych conquista il suo primo game del secondo set. Sale 40-0, perde due punti, ma tiene la battuta alla terza occasione utile.

19:52 – Murray-Berdych 5-7 2-0. Tiene finalmente la battuta in maniera agevole Murray, che conferma il break e sale 2-0 nel secondo parziale.

19:49 – Murray-Berdych 5-7 1-0. Gran game di Murray, che opera il break in apertura di secondo set. Lo scambio decisivo è il terzo del gioco, sullo 0-30, con lo scozzese che mette nei pressi della riga un pallonetto in recupero, prende la rete con il dritto e chiude una grandissima volée di rovescio. Il britannico spreca la prima delle tre palle-break, ma la seconda è quella buona, per l’1-0.

19:42 – Murray-Berdych 5-7. E’ Tomas Berdych ad aggiudicarsi un primo set lunghissimo, durato 1 ora e 17 minuti. Il ceco sale 15-40 in risposta, si fa annullare il primo set-point, ma sul secondo prende l’iniziativa con la risposta di rovescio, e mette a segno il successivo dritto con la traiettoria inside-in. Il primo set è suo per 7-5.

19:36 – Murray-Berdych 5-6. Berdych si assicura almeno il tie-break nella prima frazione, tenendo facilmente il servizio a 15.

19:31 – Murray Berdych 5-5. Ottimo game del numero 3 del seeding, che recupera da 0-30, e con quattro punti consecutivi si salva.

19:25 – Murray-Berdych 4-5. Tutto facile per Berdych fino al 40-0, poi un doppio fallo e una volée di rovescio che finisce larga permettono allo scozzese di rientrare sul 40-30, ma è uno smash vincente del ceco a chiudere il game.

19:21 – Murray-Berdych 4-4. Continuano a non esserci game facili al servizio, con Murray che ha la meglio ancora una volta ai vantaggi.

19:14 – Murray-Berdych 3-4. Altro game ai vantaggi, ma questa volta è Berdych ad avere la meglio. Il ceco torna avanti nel punteggio, e costringe il rivale ad andare a servire in una situazione abbastanza scomoda.

19:06 – Murray-Berdych 3-3. Deve ricorrere ai vantaggi Murray, che comunque non concede palle-break e impatta il rivale sul 3-3.

18:58 – Murray-Berdych 2-3. Tiene il servizio a zero il ceco, che sale 3-2.

18:55 – Murray-Berdych 2-2. Arriva il contro-break di Berdych al termine di un game in cui succede di tutto. Prima Tomas gioca un grandissimo attacco in back di rovescio sulla riga, che non permette a Murray di giocare in campo il successivo passante. Poi, sulla palla-break, lo scozzese gioca una palla corta vincente, anticipata però dalla caduta del suo cappellino per terra. L’arbitro ritiene che questo non abbia influito sul gioco, assegnando il punto a Murray, ma il britannico chiede al rivale se è sicuro che al 100% che sia stato distratto dall’accaduto. Berdych, risponde positivamente, e Andy concede la ripetizione del punto. Gesto molto bello, ma che purtroppo lo penalizza, perché perderà quel punto e nello stesso tempo la battuta, per il 2-2.

18:47 – Murray-Berdych 2-1. Arriva il break di Murray, al termine di un game lunghissimo, nel quale Berdych salva due palle-break con altrettanti vincenti (una demi-volée e un passante di dritto), ma deve cedere alla terza, nonostante abbia avuto a sua volta tre occasioni per aggiudicarsi il game.

18:33 – Murray-Berdych 1-1. Inizia bene anche lo scozzese, che concede due punti al servizio, ma pareggia i conti sull’1-1.

18:29 – Murray-Berdych 0-1. Buon turno di battuta d’apertura per il tennista ceco, che recupera da 0-15 e vince quattro punti consecutivi, chiudendo il game con un bel rovescio vincente.

18:17 – Con più di un’ora di ritardo, fanno il loro ingresso in campo i due protagonisti. C’è molto vento, che potrebbe condizionare il gioco.

17:00 – A Flushing Meadows sta diluviando. Per il momento non si può iniziare a giocare. Gli organizzatori sperano comunque che le due semifinali possano essere giocate nella giornata odierna, per non dover posticipare la finale al lunedì per il quinto anno consecutivo. Si attendono miglioramenti meteo.

New York (Stati Uniti) – Non era la semifinale più prevedibile alla vigilia degli US Open, ma saranno Andy Murray e Tomas Berdych a giocarsi l’accesso alla finalissima di domani.

Lo scozzese ha raggiunto questo traguardo giocando alcune parite in maniera quasi perfetta, per poi andare invece a rischiare in altre occasioni. Ai quarti ha superato Marin Cilic recuperando uno svantaggio di 3-6 1-5, prima di dominare e chiudere per 3-6 7-6 6-2 6-0.

Il tennista ceco ha invece compiuto l’impresa di eliminare nei quarti di finale il numero 1 del mondo Roger Federer, e dopo un’estate abbastanza negativa, sembra essere tornato nelle migliori condizioni.

Entrambi i giocatori hanno disputato finali Slam, ma non hanno mai trionfato. Murray ha la possibilità di conquistare l’ultimo atto di un torneo Major per la seconda volta in stagione (dopo la sconfitta in finale a Wimbledon), la quinta in carriera, mentre Berdych ha la possibilità di tornare in finale a oltre due anni di distanza dall’unica volta in cui ci è riuscito (Wimbledon 2010).

Tennis.it seguirà in diretta per i suoi lettori questa prima semifinale degli U.S. Open 2012, a partire dalle 17 ora italiana.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi