NADAL E FERRER IN TRE SET

‘Rafa’ ha sconfitto per 7-6 6-1 7-5 un buonissimo David Nalbandian, mentre il suo connazionale ha domato Florian Mayer con il punteggio di 6-1 6-2 7-6. Avanza anche Gilles Muller

Be Sociable, Share!

New York (Stati Uniti). Come Federer e Djokovic ha raggiunto gli ottavi di finale degli Us Open anche Rafael Nadal, che ha sconfitto con il punteggio di 7-6 6-1 7-5 l’argentino David Nalbandian. Il sudamericano ha disputato un match di alto livello, specialmente nel primo set, riuscendo spesso a mettere in difficoltà il campione maiorchino. A gravare sulla sua prestazione, però, numerosi errori (ben 60 gli unforced) e qualche doppio fallo di troppo nei momenti decisivi, a dimostrazione di come stesse mantenendo un ritmo superiore ai suoi standard attuali.

Nella prima frazione è piaciuto di più Nalbandian, abile a comandare gli scambi col ‘solito’ rovescio e a trovare, sul 4-3, il primo strappo, consegnato da un doppio fallo di Nadal. Lo stesso errore è però costato caro, poco dopo, all’argentino, che chiamato a servire per il set sul 5-3 non ce l’ha fatta, cedendo la battuta. Un altro doppio errore ha poi deciso il tie-break, inizialmente favorevole a Nadal ma riportato in parità da David. Sul 5-5 però, l’ex numero 3 del mondo ha nuovamente tremato, consegnando – di fatto – la prima frazione al rivale.

Il rapidissimo secondo set, chiuso da Nadal per 6-1, sembrava annunciare un’imminente vittoria per l’iberico, che ha invece dovuto lottare ancora. Subito sotto di un break, ‘Rafa’ è riuscito a ribaltare la situazione, ‘volando’ sul 5-3, ma Nalbandian non ne ha voluto sapere di mollare, impattando sul 5-5 e conquistando una pesantissima palla-break. La sua potenziale rimonta si è però conclusa immediatamente, in quanto lo spagnolo ha cancellato l’opportunità, e chiuso nel game successivo con un nuovo break, dopo 2 ore e 40 minuti di gioco.

Il prossimo avversario del numero due del mondo sarà il mancino lussembrughese Gilles Muller, numero 68 del mondo, che facendo leva su un servizio da 55 aces in tre incontri si è guadagnato gli ottavi di finale, imponendosi con un agevole 6-1 6-4 6-4 (e senza perdere la battuta) sul russo Igor Kunitsyn. Ripetere il risultato del 2008 – quando partendo dalle qualificazioni vinse sette match consecutivi, arrampicandosi sino ai quarti, prima di arrendersi a Roger Federer – pare un’impresa impossibile, ma comunque andrà, ne siamo certi, il buon Gilles tornerà a casa col sorriso stampato sul viso. I 180 punti già guadagnati gli permetteranno infatti, dopo ben sei anni e un grave infortunio che lo fece sprofondare fuori dai primi 450 del mondo – di migliorare il proprio best ranking, attualmente rappresentato dalla 59esima posizione.

Vittoria in tre set anche per David Ferrer, quinta testa di serie, che non ha praticamente mai sofferto il tennis di Florian Mayer (26). Il regolarista di Javea, sicuramente aiutato dalla superficie non rapidissima, si è imposto con il punteggio di 6-1 6-2 7-6, in appena un’ora e 47 minuti di gioco. Così facendo ha bissato il risultato dello scorso anno, quando arrivò agli ottavi di finale prima di arrendersi – al tie-break del quinto set – al connazionale Fernando Verdasco. A separarlo dai quarti ci sarà il vincitore della sfida fra Andy Roddick e Julien Benneteau, dal bissare la semifinale del 2007 uno fra Nadal e Muller.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi