PERFETTO MURRAY

Prestazione da 10 e lode dello scozzese, che supera Milos Raonic per 6-4 6-4 6-2 e si qualifica per i quarti di finale degli US Open 2012

Be Sociable, Share!

New York (Stati Uniti) – Forse serviva lo spavento del match di terzo turno contro Feliciano Lopez a Andy Murray per capire con quale intensità dovesse scendere in campo. Oggi lo scozzese ha affrontato un avversario molto ostico, quel Milos Raonic del servizio devastante, che non ti dà ritmo e ti costringe a sfruttare ogni mini-chance nei turni di risposta, se non vuoi essere travolto. Eppure lo scozzese ha fatto sembrare tutto molto facile. Con il pinteggio di 6-4 6-4 6-2 si è infatti sbarazzato del rivale, non soffrendo in nessuna fase di gioco.

Un match praticamente perfetto quello del campione olimpico, abile a sfruttare le debolezze del suo avversario, come la difficoltà nell’allungarsi alla propria destra in risposta: gli aces di Murray sono arrivati spesso con lo slice da destra, e quasi sempre sul dritto del rivale. Il resto lo ha fatto la risposta, sempre incisiva e profonda nonostante le altissime velocità raggiunte al servizio da Raonic.

Il canadese ha giocato la sua partita, senza commettere troppi errori, e la differenza l’ha fatta semplicemente la superiorità di Murray. Raonic ha infatti avuto una buona percentuale di prime (70%) e ha messo a segno 14 aces. Ci ha provato sempre, ma oggi c’era davvero poco da fare.

Il primo set è rimasto in equlibrio fino al 4-4, anche se il break dello scozzese sembrava essere dietro l’angolo, e solo il gran servizio di Raonic (6 aces nei primi tre turni di battuta) aveva impedito potesse arrivare. Break che infatti lo scozzese ha operato nel nono gioco, prima di andare a chiudere in battuta per 6-4. Nel secondo parziale invece Murray ha allungato quasi subito, e ha potuto poi gestire la situazione sul proprio servizio. Andy ha anche avuto la possibilità di breakkare il rivale una seconda volta, ma non ha sfruttato due palle-set sul 5-3 e 15-40 in risposta, riuscendo comunque a portare a casa la frazione nuovamente al decimo gioco. Nel terzo set Raonic ha avuto qualche chance solo nel secondo game, quando in risposta ha portato Murray ai vantaggi. E invece nel terzo gioco è arrivato proprio il break del britannico, che ha poi deliziato il pubblico con due super passanti di rovescio nel quarto game. Dal 3-1 in avanti il match è praticamente terminato, con Murray che ha operato un secondo break nel settimo game e ha portato a casa il match.

Andy ai quarti di finale affronterà Marin Cilic, giocatore che lo superò proprio a New York agli ottavi di finale nel 2009. I precedenti, tuttavia, vedono lo scozzese nettamente avanti (6-1).

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi