RODDICK NON SI FERMA

Lo statunitense Andy Roddick allunga di almeno di un altro incontro la propria carriera tennistica, grazie al netto successo su Bernard Tomic al secondo turno degli U.S. Open 2012. Avanti anche John Isner, Janko Tipsarevic, Lleyton Hewitt e Stan Wawrinka

Be Sociable, Share!

New York (Stati Uniti) – Poteva essere l’ultimo match della carriera di Andy Roddick quello della sessione serale della quinta giornata degli U.S. Open 2012. E invece lo statunitense ha deciso che non doveva esserlo. Ha offerto una prova incredibile, aiutato anche da un rivale, Bernard Tomic, che non ha sicuramente giocato la miglior partita della sua ancor giovane carriera. A-ROD ha dominato, vincendo con lo score di 6-3 6-4 6-0, e si è qualificato per il terzo turno, in cui affronterà il nostro Fabio Fognini.

Aggressivo, incisivo al servizio, concentrato e preciso, l’americano non ha dato alcuna possibilità al suo avversario per entrare in partita. Forse è stato il miglior Roddick della stagione quello che è sceso in campo nell’incontro odierno, al pari di quello che ha superato Roger Federer nel terzo turno del Masters 1000 di Miami, e di quello che ha messo in grandissime difficoltà David Ferrer a Wimbledon.

L’avvio di partita molto positivo lo ha sicuramente avvantaggiato, così come la pessima prova del rivale, ma l’incisività di A-Rod, che si è presentato a rete con grande insistenza e con ottimi risultati, è stata davvero sorprendente. Il primo break della partita è arrivato nel secondo game del primo set, e ha permesso all’americano di incassare la prima frazione per 6-3. Tomic è esistito fino al 4-3 in proprio favore nel secondo parziale, poi Roddick ha infilato una serie di nove giochi consecutivi e ha potuto finalmente lasciarsi andare ad un sorriso che dimostra quanto tenesse a questo incontro.

Il Roddick del 2012 non è certamente stato all’altezza degli anni precedenti, ma anche in questa stagione ha fatto vedere che quando il fisico lo assiste, può ancora competere ad alti livelli. Oltre ai due match già citati, vanno ricordati i titoli vinti a Eastbourne e ad Atlanta. E chissà che qui agli U.S. Open non riesca a fare l’acuto finale di una straordinaria carriera.

Negli altri incontri di giornata, vanno segnalati i successi di John Isner e Janko Tipsarevic. L’americano ha superato in 4 set il finlandese Jarkko Nieminen (6-3 6-7 6-4 6-3), mentre il serbo ha faticato solo nel terzo set per chiudere un match dominato contro lo statunitense Brian Baker: vinti i primi due parziali per 6-4 6-3, il serbo ha avuto un match-point in risposta sul 5-2 del terzo, ma ha chiuso solo per 6-4 dopo aver subito il contro-break nel nono game.

Successi anche per l’eterno Lleyton Hewitt, che ha rimontato uno svantaggio di due set a uno al lussemburghese Gilles Muller, prima di chiudere con il punteggio di 3-6 7-6 6-7 7-5 6-4, e per Stanislas Wawrinka, che ha superato al termine di un’altra rimonta il belga Steve Darcis (6-7 6-3 4-6 6-1 7-5).

Risultati U.S. Open secondo turno:

[8] J Tipsarevic (SRB) vs B Baker (USA) 6-4 6-3 6-4
[9] J Isner (USA) vs J Nieminen (FIN) 6-3 6-7 6-4 6-3
[14] A Dolgopolov (UKR) vs M Baghdatis (CYP) 6-4 3-6 6-0 7-6
[18] S Wawrinka (SUI) vs S Darcis (BEL) 6-7 6-3 4-6 6-1 7-5
[20] A Roddick (USA) vs B Tomic (AUS) 6-3 6-4 6-0
[31] J Benneteau (FRA) vs D Novikov (USA) 3-6 6-4 7-6 7-5
G Muller (LUX) vs L Hewitt (AUS) 6-3 6-7 7-6 5-7 4-6
G Zemlja (SLO) vs C Stebe (GER) 6-4 2-6 6-4 6-4

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi