STOSUR E SHARAPOVA OK

Al 1° turno degli Us Open ottime prestazioni per Samantha Stosur e Maria Sharapova. La detentrice del titolo travolge con un doppio 6-1 la croata Petra Martic, mentre la bella russa liquida 6-2 6-2 l’ungherese Melinda Czink. Nel resto della giornata passano il turno anche Petra Kvitova, Na Li e Marion Bartolì

Be Sociable, Share!

New York (USA) – Vincono e convincono due delle protagoniste più attese di questa edizione degli Us Open. Bastano 53 minuti a Samantha Stosur per regolare la sua avversaria e staccare il pass per il 2° turno. Poco prima della lunga pausa per pioggia, la campionessa in carica straccia la croata Petra Martic, n.64 del mondo, con un doppio 6-1 sfiorando il “golden set” con ben 19 punti consecutivi nel primo parziale. In serata scende in campo anche Maria Sharapova, n.3 del mondo, opposta all’ungherese Melinda Czink, n.88. Quasi una passeggiata per la bella siberiana, sempre in controllo di un match chiuso il poco più di un’ora con il punteggio di 6-2 6-2. Il resto del programma, interrotto per quasi 3 ore dalla pioggia, regala molto alle altre protagoniste del tabellone principale. Petra Kvitova soffre un set contro Polona Hercog prima di vincere 7-6 6-1. Na Li, n.9 del mondo, regola 6-3 6-2 la britannica Heather Watson, n.71, mentre la francese Marion Bartolì fatica per superare l’americana Jamie Hampton, n.100, con il punteggio di 6-3 7-6. Secondo turno anche per la russa dal nobile passato Nadia Petrova, che contro l’australiana Jarmila Gajdosova, vince 6-3 7-6. Ko per Julia Goerges, testa di serie n.18, sconfitta 7-6 6-1 dalla qualificata Pliskova.

Treno australiano: Ad aprire le danze sul campo centrale è Samantha Stosur, regina dello scorso anno, al suo primo slam della carriera. Il cammino verso la difesa del titolo inizia al meglio, con una prestazione sontuosa contro la croata Petra Martic, al 3° confronto diretto. Come nei due precedenti l’australiana impone la legge del più forte, anche se stavolta piazza un terrificante 19-0 di parziale che affossa la sua avversaria sul 5-0 dopo 17 minuti. Il game della bandiera strappato ai vantaggi, evita il cappotto alla Martic, che si arrende comunque sul 6-1. Sam domina su tutti i fondamentali, e il break in avvio manda il match in ghiaccio. La croata regge la scia fino al 2-1, prima di staccarsi definitivamente. Con il 100% dei punti sia con la prima che con la seconda palla e 12 vincenti, la Stosur chiude il cerchio, sul 6-1 rientrando in hotel prima di Giove pluvio.

Transiberiana. Tutto abbastanza facile anche per Maria Sharapova, che in un match del tutto inedito supera la 30 enne ungherese Melinda Czink. Un esordio più che positivo per la russa, subito in controllo dello scambio e poco incline agli errori. Il 92% dei punti con la prima mette di fatto al sicuro la siberiana al servizio, anche se l’ungherese regge bene fino al 2-2. Il 5° game indirizza di fatto il parziale, e con 4 giochi consecutivi la bella siberiana mette la freccia verso un comodo 6-2. Le cose si mettono male per la Czink nel secondo parziale, in cui la Sharapova stavolta non perde tempo, involandosi sul 3-0 pesante. L’immediato controbreak dell’ungherese non mette certo paura alla siberiana, che alimenta la sua spinta nei game successivi per amministrare al meglio un match che propone un secondo 6-2 dopo 68 minuti di gara.

Na Li ok. Prima sfida diretta per Na Li contro la britannica Heather Watson, n.71 del mondo, al suo 2° Us Open della carriera. Per lei ancora una sconfitta la 1° turno, frutto della maggior esperienza della cinese, che prende da subito il pallino del gioco alimentando una buona spinta e la giusta solidità difensiva. Troppo arduo il compito della Watson, che a fatica a reggere fino al 2-2 prima di cedere il servizio che le costa di fatto il primo parziale, chiudo dalla cinese per 6-2. Nella seconda frazione la musica tende inizialmente a cambiare, con la britannica brava a prende campo e sprigionare più gioco. Un ottimo turno in risposta nel 4° gioco regala alla Watson l’unico break della partita, che la spinge fino al 3-1 è servizio. E’ un fuoco di paglia, e poco dopo la 20 enne d’oltremanica cola a picco accusando il ritorno veemente della cinese, che torna a macinare gioco infilando 5 game di fina per il 6-3 che mette fine al confronto.

Ecco qui tutti i risultati di giornata:

(3) Maria Sharapova (RUS) d. Melinda Czink (HUN) 62 62
(5) Petra Kvitova (CZE) d. Polona Hercog (SLO) 76(6) 61
(7) Samantha Stosur (AUS) d. Petra Martic (CRO) 61 61
(9) Li Na (CHN) d. Heather Watson (GBR) 62 63
(11) Marion Bartoli (FRA) d. Jamie Hampton (USA) 63 76(5)
(15) Lucie Safarova d. (WC) Melanie Oudin (USA) 64 60
Sorana Cirstea (ROU) d. (16) Sabine Lisicki (GER) 46 62 62
(Q) Kristyna Pliskova (CZE) d. (18) Julia Goerges (GER) 76(4) 61
(19) Nadia Petrova (RUS) d. Jarmila Gajdosova (AUS) 63 76(3)
Lucie Hradecka (CZE) d. (27) Anabel Medina Garrigues (ESP) 63 63
(31) Varvara Lepchenko (USA) d. Mathilde Johansson (FRA) 63 36 75
Aleksandra Wozniak (CAN) d. Alexandra Cadantu (ROU) 60 63
Simona Halep (ROU) d. Iveta Benesova (CZE) 75 76(5)
Romina Oprandi (SUI) d. Andrea Petkovic (GER) 62 75
Anna Tatishvili (GEO) d. Stéphanie Foretz Gacon (FRA) 62 60
Lourdes Domínguez Lino (ESP) d. Sesil Karantantcheva (KAZ) 64 61
Mandy Minella (LUX) d. (WC) Olivia Rogowska (AUS) 62 36 63
Casey Dellacqua (AUS) d. (Q) Lesia Tsurenko (UKR) 62 63

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi