A SCUOLA DA JOHN MCENROE

Tra i grattacieli di New York Supermac sta per iniziare una nuova avventura. L’ex n.1 del tennis americano ha infatti deciso di aprire una propria Academy per dare nuova linfa al tennis d’oltreoceano

Be Sociable, Share!

New York (Stati Uniti) – Giocatore, commentatore televisivo e volendo anche con un po’ cabarettista. John McEnroe dopo aver vestito diversi ruoli nel mondo del tennis ha deciso di salire in cattedra, aprendo una propria accademia tennistica.

A 51 anni l’americano, tra una presentazione e un’esibizione, ha messo sul piatto un’ulteriore scommessa e una volta terminati gli Us Open inzierà una nuova avventura in cui i protagonisti principali saranno i bambini. Il 13 settembre infatti la ‘John McEnroe Tennis Academy’ aprirà ufficialmente i suoi cancelli dando il benvenuto al primo gruppo di allievi che animeranno il centro collocato su Randall’s Island, striscia di terra tra Manhattan e il Queens.
“Spero di seguire il centro da vicino – ha spiegato McEnroe – con una presenza regolare sui campi. Se poi non mi sarà possibile seguire giornalmente gli avvenimenti sono sicuro che sia Patrick, sia la Usta sosterranno l’iniziativa“. Il Patrick di cui parla l’ex numero uno americano è naturalmente il fratello minore, nonché capitano di Davis, che aiuterà John ‘nell’impresa’ di far tornare il tennis tra i grattacieli della “Grande Mela”, senza dover sradicare i giovani ‘campi estivi’, creando così una continuità nell’arco dell’anno.
Per un prodigio del tennis come McEnroe, questo investimento è un’ulteriore segno di ‘affetto’ verso lo sport che gli ha permesso di scrivere il suo nome nella storia. Obiettivo dell’Accademy è quello di creare una serie di giocatori da far figurare nei tornei universitari, con la speranza che tra questi possa emergere uno dei prossimi Top Ten.
Sia John sia Patrick ‘soffono’ per il profilo ‘decadente’ che il loro sport sta prendendo giorno dopo giorno negli Stati Uniti, con uno spazio sempre minore sui media: “Per un periodo abbiamo vissuto di rendita grazie anche al successo che hanno avuto le sorelle Williams – ha spiegato John – in realtà c’è molto da fare, specie ora, per dare nuovo impulso al tennis“.
McEnroe sa che questa suo passo non cambierà le sorti del paese, ma spera che la sua popolarità possa essere la leva giusta da cui i giovani riescano a trarre la giusta ispirazione, in vista di una carriera tutta da scalare.
Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.