TSONGA E BERDYCH, FACILI VITTORIE

Inizio in discesa per le teste di serie numero 5 e 6 al primo turno degli U.S. Open 2012, rispettivamente contro K.Beck e Goffin. Avanti anche gli altri favoriti, con Roddick che supera Williams in 3 set. Unica sorpresa l’eliminazione di Juan Monaco

Be Sociable, Share!

New York (Stati Uniti) – Nessun problema all’esordio per Jo-Wilfried Tsonga e Tomas Berdych agli U.S. Open 2012. Il francese, numero 5 del seeding, ha superato in 3 set Karol Beck. Il tennista ceco (6) ha invece avuto la meglio del talentuoso David Goffin (7-5 6-3 6-3) in quello che sulla carta poteva essere un match complicato per il finalista di Wimbledon 2010. Avanti anche gli altri favoriti di giornata.

Tsonga prosegue la sua ottima stagione, che lo ha già visto raggiungere la semifinale a Wimbledon (per il secondo anno consecutivo) non lasciando scampo a Karol Beck, annichilito per 6-3 6-1 7-6(2), e vincendo la tredicesima partita Slam su sedici giocate nel 2012. Discreta prestazione al servizio per il transalpino, con 13 aces messi a segno e un buon 81% di punti con la prima, e ottimo rendimento a rete, con 22 punti su 27 discese.

Berdych, come detto, ha invece superato un avversario ostico, quel Goffin che al Roland Garros aveva conquistato gli ottavi di finale e strappato un set a Roger Federer. Se il successo del ceco non può essere considerato una sorpresa, lo è il modo in cui questo è arrivato. Tomas ha infatti faticato solo nel primo parziale, conquistato con lo score di 7-5, prima di rifilare un doppio 6-3 al rivale, per conquistare un posto al secondo turno.

Vittoria agevole anche per Andy Roddick, che ha superato per 6-3 6-4 6-4 il connazionale Rhyne Williams, giocatore che frequenta soprattutto il circuito Challenger. Il servizio è stata l’arma vincente per A-Rod, che ha messo a segno ben 20 aces, e ha conquistato il 90% dei punti con la prima palla.

L’unica vera sorpresa di giornata è l’eliminazione di Juan Monaco (10), che dopo essere andato avanti di due set, è stato rimontato da Guillermo Garcia-Lopez, vincente per 3-6 1-6 6-4 7-6 7-6. Può essere invece considerata una sorpresa solo relativa la sconfitta di Ivo Karlovic, eliminato da Jimmy Wang in 4 set, con lo score finale di 7-6(4) 6-7(8) 6-1 6-4. Non sono bastati 32 aces al gigante croato, che ha dovuto cedere dopo oltre 3 ore di gioco. Impressionante il 25-9 nel computo totale dei punti vinti nella terza frazione in favore di Wang, con Karlovic che è riuscito a vincere appena 6 dei 15 punti giocati al servizio.

Avanti anche il numero 11 del seeding Nicolas Almagro, vincente in 4 set su Radek Stepanek (6-4 6-7 6-3 6-4), mentre il numero 15 Milos Raonic ha rimontato uno svantaggio di 2 set a 1 al colombiano Santiago Giraldo, chiudendo per 6-3 4-6 3-6 6-4 6-4. Il giovanissimo Dennis Novikov, 19 anni a novembre, ha invece superato Jerzy Janowicz per 6-2 7-6 3-6 6-3. Davvero molto interessante questo giovane americano, che dopo aver rischiato di subire una incredibile rimonta nel tie-break del secondo set (Janowicz ha rimontato dall’1-6 al 6-6 prima di cedere 6-8), ha recuperato un break di svantaggio nel quarto parziale, e si è imposto dopo quasi due ore e mezza di gioco.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi