TUTTI SULL’ARTHUR ASHE

Quattro match oggi in programma, tutti sul centrale degli Us Open. Federer si scontra Soderling, mentre Djokovic se la vede con Monfils. Wozniacki-Cibulkova e Zvonareva-Kanepi per le semifinali. Tutti gli h2h e le quote

Be Sociable, Share!

Si aprono i quarti maschili con due sfide molto interessanti. Dopo aver vinto il derby tra galletti contro il connazionale Gasquet, Monfils lancia il guanto anche a Djokovic, da cui ha sempre perso. Nell’altro match, la sfida infinita tra Soderling e Federer ci dirà se lo svizzero riprenderà il bastone del comando dopo aver perso per la prima volta a Parigi oppure se il riscatto di Robin è solo al primo capitolo.

MONFILS-DJOKOVIC 0-4
Il colored francese ha preso il posto nei quarti riservato a Davydenko, che era testa di serie numero 6. Tre i set ceduti da Gael, di cui due subito all’esordio contro il qualificato statunitense Robert Kendrick; poi il serbo Tipsarevic, il giustiziere di Roddick, gliene ha strappato un altro. Monfils ha impressionato per la concretezza con cui ha disposto del connazionale e amico Gasquet e, nonostante i precedenti (ce n’è un quinto, vinto dal francese, ma a livello di futures), non parte battuto. Le occasioni in cui Monfils e Djokovic si sono trovati avversari sono sempre state importanti. Un magnifico primo turno proprio qui, cinque stagioni orsono, e gli ottavi al Roland Garros l’anno dopo per quanto riguarda i major; i quarti di finale alle Olimpiadi di Pechino e la finale del prestigioso master 1000 di Bercy le altre due. E’ vero, ha sempre vinto il serbo e pure stavolta Nole riscuote i maggior consensi in sede di pronostico ma potrebbe essere una lunga storia. Vado contro corrente e prendo Monfils.
2005 US Open 1°t N.Djokovic 75 46 76 06 75
2006 French Open 4°t N.Djokovic 76 76 63
2008 Pechino Olimpiadi QF N.Djokovic 46 61 64
2009 Parigi Bercy FR N.Djokovic 62 57 76

QUOTE: Nonostante i precedenti, penso ci sia troppo squilibrio nelle quote. Djokovic è pagato poco (al massimo 1,25) mentre Monfils è dato anche a 4 (da Betfair) e comunque mai sotto il 3,6.

SODERLING-FEDERER 1-12
La storia infinita tra lo svizzero e svedese ha subito un’impennata determinante dal 2008, da quando cioè Robin si è insediato abbastanza stabilmente tra i migliori della classe. Tanto equilibrio nelle singole dispute ma, fino a tre mesi fa, un solo vincitore. L’anno scorso poi, Roger aveva trovato lo scandinavo sul suo cammino per ben tre slam consecutivi, battendolo sempre. La svolta, se così vogliamo chiamarla, ai quarti del Roland Garros 2010, quando un Soderling pressoché perfetto ha messo il primo importante sassolino nell’ingranaggio del numero due del mondo. Federer arriva a questa sfida con il lenzuolo immacolato (dodici set a zero, un solo tie-break giocato e vinto contro Melzer) mentre Soderling non ha convinto: trascinato al quinto al debutto dall’austriaco Haider-Maurer, si è fatto soffiare un set pure dallo spagnolo Montanes, che proprio uno specialista del duro non è. L’ampia apertura del dritto dello scandinavo non va molto d’accordo con la rapidità dei campi di Flushing Meadows ma è anche vero che l’anno passato, sempre nei quarti, Soderling fece tremare l’elvetico dopo un avvio di partita traumatico. Penso che vincerà Federer, perché sembra in forma e in fiducia, ma aspettiamoci battaglia.
2004 Canada Open 2°t R.Federer 75 61
2004 Bangkok QF R.Federer 76 64
2005 Halle 1°t R.Federer 67 76 64
2006 Madrid 2°t R.Federer 76 76
2008 Miami 3°t R.Federer 64 30 ritiro
2008 Amburgo 3°t R.Federer 63 62
2008 Wimbledon 2°t R.Federer 63 64 76
2008 Parigi Bercy 2°t R.Federer 64 76
2009 Madrid 2°t R.Federer 61 75
2009 French Open FR R.Federer 61 76 64
2009 Wimbledon 4°t R.Federer 64 76 76
2009 US Open QF R.Federer 60 63 67 76
2010 French Open QF R.Soderling 36 63 75 64

QUOTE: Come sopra. Lo svizzero fa vincere poco (massimo 1,25, Eurobet, che invece paga lo svedese 3,75) mentre Soderling, su Sisal, ripaga l’eventuale fiducia degli scommettitori con 4,2 euro vinti puntandone 1; penso che lo scandinavo perderà, ma si può azzardare qualche spicciolo.

Si gioca per due posti nelle semifinali con Wozniacki e Zvonareva decisamente favorite nei confronti delle outsider Cibulkova e Kanepi.

WOZNIACKI-CIBULKOVA 4-1
Caroline “Wall-zniacki” ha sbattuto fuori dalla cesta delle favorite la russa Sharapova mettendo in mostra una maturità impressionante. E’ vero che alla siberiana sono venuti meno i colpi di inizio gioco (servizio e risposta, soprattutto sulla prima della danese) ma giocare contro il muro non deve essere una bella sensazione. Caroline punta alla corona di regina della Wta e per farlo ha affinato l’arte della difesa attiva, vale a dire ribatte praticamente ogni colpo delle avversarie per poi ribaltare il fronte appena c’è l’opportunità: fosse una calciatrice, giocherebbe in una squadra allenata da Mourinho. Invece, pessima notizia per le avversarie, prende a racchettate una pallina gialla come la vernice delle sue unghie (in pendant con le scarpe e le rifiniture del vestitino, molto “ino”) e non si ferma davanti a nulla. Per batterla, in questo momento, occorrerebbe forse quella varietà di soluzioni in possesso di poche giocatrici (avete letto per caso Schiavone, tra le righe?) e di certo non nelle corde della slovacca Cibulkova. Unica “unseeded” rimasta in gioco, Dominika il suo torneo l’ha già vinto, prima intromettendosi nella porzione di tabellone lasciato subito sguarnito dalla cinese Li e poi estromettendo la russa Kuznetsova. Però adesso, salvo miracoli, è arrivato per lei il momento di scendere.
2007 Pechino 1°t D.Cibulkova 60 67 61
2008 New Haven 1°t C.Wozniacki 76 ritiro
2009 Sydney 2°t C.Wozniacki 61 62
2010 Dubai 2°t C.Wozniacki 62 76
2010 New Haven 2°t C.Wozniacki 64 61

QUOTE: L’estone non gode di eccessiva fiducia dai bookmakers e in fondo è logico. Il fatto però che le due non si siano mai affrontate in precedenza può concedere qualche possibilità in più alla Kanepi. 1,3 la miglior quota della russa, 3,5 quella di Kaia.

KANEPI-ZVONAREVA 0-0
Dopo aver gettato alle ortiche la ghiotta opportunità di una semifinale a Wimbledon, l’estone “in progress” Kaia Kanepi ha saldato il suo conto stagionale con la sorte resuscitando letteralmente nella sfida con la belga tutta spalle Yanina Wickmayer. Travolta nel primo set e sotto di un break per due volte nel secondo, Kaia ha avuto la forza di reagire e risalire la corrente come nemmeno un salmone avrebbe saputo fare e alla lunga la giovane belga si è demoralizzata e spenta. Ora però viene il bello. Vera Zvonareva è vera, non più la controfigura di se stessa; da quando ha imparato a convivere con i propri fantasmi, l’unica di tante russe rimasta in gioco convive altrettanto facilmente con le prime posizioni della classifica mondiale. Intenzionata a cancellare l’incubo dei match-point falliti dodici mesi fa contro Flavia Pennetta, Vera si presenta con la credenziale non trascurabile di aver battuto due volte la Clijsters nel giro di poche settimane (Wimbledon e Montreal). Russa favorita ma la Kanepi non è una vittima sacrificale.

QUOTE: Puntare su Caroline non ha senso, dato che al massimo con dieci euro si vincono appena 80 centesimi. E’ pur vero che la slovacca ha pochissime probabilità di ripetere l’exploit messo a segno contro la Kuznetsova: Sisal paga 7,5 il successo di Dominika e solo Bwin le concede qualche chance in più, quotandola 6,75.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.