GLI US OPEN SI TINGONO DI VERDE

Lo slam americano diventa eco-friendly grazie alla US Open Iniziative, che mira a ridurre l’impatto del torneo sull’ambiente

Be Sociable, Share!

No, non stiamo parlando del colore della superficie dei campi, lo Slam americano non sta pensando di passare dal cemento all’erba. Si tratta di ben altro: la USTA (United States Tennis Association) ha attuato un programma per ridurre l’impatto che gli Us Open hanno sull’ambiente. L’idea non è nuova, bensì nata nel 2008: rendere lo Slam americano ecologicamente responsabile e eco-friendly. Ora però l’USTA ha annunciato un piano di espansione del progetto, per il quale l’attore Alec Baldwin e la ex campionessa Billie Jean King si impegneranno come “paladini verdi” della US Open Iniziative in una campagna di sensibilizzazione globale per promuovere la coscienza ambientale tra gli appassionati della racchetta.

Gli US Open sono adesso in prima linea per iniziative “verdi” in occasione di eventi sportivi e nell’incoraggiare i fan a preservare l’ambiente. Cosa prevede il programma? Si passa dal riciclaggio della carta utilizzata per il biglietti d’ingresso all’uso di veicoli ibridi per il trasporto dei giocatori.

La USTA condurrà un programma per il riciclaggio del 100 per cento di plastica e lattine utilizzate durante gli Us Open 2011. Inoltre, conserverà le oltre 70 mila palline da tennis utilizzate durante il torneo per donarle ad organizzazioni giovanili in tutti gli Stati Uniti. Persino il cibo avanzato nelle cucine degli Us Open sarà devoluto alla comunità (e circa 985 litri di grasso del cibo saranno convertiti in carburante biodiesel). E ancora, almeno 50 tonnellate di scarti alimentari saranno raccolti per essere trasformati in concime per usi agricoli. In più, i biglietti di ingresso, i libri e i coupon venduti all’interno dell’area del torneo saranno riciclabili e gli utensili da cucina, posate, piatti, tazze, ecc., saranno composti da materiali “bio”.

Passando ai trasporti, come detto sopra più della metà dei veicoli dedicati ai giocatori saranno ibridi. Inoltre, per incoraggiare la gente ad utilizzare i mezzi pubblici, durante tutta la durata dell’evento verranno sorteggiati ogni giorno 125 appassionati ai quali verranno donati dei biglietti della metro. Anche i negozi all’interno dell’area del torneo aderiranno al progetto: gli appassionati riceveranno ad ogni acquisto una borsa progettata per il riuso, con la scritta “Riciclo e riutilizzo”.

Insomma, oltre a Wimbledon con il colore dei suoi campi in erba, ora anche gli Us Open hanno un po’ di verde…

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi