DAY 3: RISULTATI TORNEO FEMMINILE

L’Azarenka accusa un malore e abbandona il match contro la Dulko. La Ivanovic senza problemi contro la Zheng. Tris azzurro con Schiavone, Pennetta e Errani. Kim in meno di un’ora

Be Sociable, Share!

Flushing Meadows (Usa) – E’ Gisela Dulko la prima tennista ad accedere al terzo turno degli Us Open. L’argentina era impegnata sul Grand Stand contro la testa di serie n.10 Victoria Azarenka, quando la bielorussa ha avuto un malore, forse dovuto al caldo, e si è accasciata per terra. I repentini soccorsi hanno rimesso in sesto Victoria, che ha comunque dovuto abbandonare il match sul punteggio di 5-1 in favore della compagna di doppio di Flavia Pennetta.

Ana in forma. Un’altra bella prestazione per Ana Ivanovic, che nel primo match in programma sul centrale di Flushing Meadows si sbarazza con autorità della cinese Jie Zheng (n.21) con il punteggio di 6/3 6/0. Solo qualche problema con il lancio di palla per la serba, infastidita oltremodo dal vento allegro di New York. Nonostante questo piccolo inconveniente, la Ivanovic ha consegnato la battuta all’avversaria solo una volta.

PavlyuOk. Terzo turno centrato anche per Anastasia Pavlyuchenkova (n.20), che si è qualificata a spese di Sania Mirza. L’indiana è stata battuta per 6/2 6/4 in 71′ di gioco. Durante il match la Mirza ha avuto parecchie occasioni per portarsi avanti (9 palle break a disposizione, solo 2 convertite), ma la russa ha giocato meglio nei punti decisivi.

Un derby alla Razzano… Decapitata la testa di serie n.13 Marion Bartoli. La palindroma di Le Puy en Velay è stata sconfitta dalla connazionale Virginie Razzano per 7/5 6/4. Partita molto difficile per la Bartoli, che ha chiuso le statistiche con un misero “8” nella colonna dei vincenti, contro i 25 della Razzano

… e uno alla Schiavone. Sessantacinque minuti è durato il derby fra Francesca Schiavone (n.6) e Maria Elena Camerin. La milanese ha schiantato l’avversaria per 6/2 6/1, sottolineando il buon stato di forma tecnico-tattico e atletico che già aveva palesato nel suo primo match contro la Morita. Al prossimo round la vincitrice del Roland Garros sarà opposta alla vincente dell’incontro fra Oudin e Alona Bondarenko.

Big avanti. Alla prima apparizione in un torneo così importante come gli us Open, Rebecca Marino fa un figurone, tenendo testa alla testa a Venus Williams (n.3). Nel primo set la Venere Nera è costretta due volte a servire per rimanere nella partita, e al tie break si trova anche sotto 3 a 1. La canadese non lascia la presa neanche nel secondo parziale, ma dopo 1h e 31′ deve comunque arrendersi alla 30enne statunitense. La quale al prossimo turno se la vedrà con un’altra avversaria sulla carta molto facile: Mandy Minella. La lussemburghese sta però dando spettacolo, e oggi sotto le sue grinfie ci è finita Tsvetana Pironkova (n.32), battuta 6/4 6/0. Buona solidità anche per Elena Dementieva, che ha saputo aspettare i momenti giusti per allungare il passo su Sybille Bammer. La russa n.12 del tabellone ha vinto per 6/3 6/4, e ora è costretta ad un match tutt’altro che abbordabile contro Daniela Hantuchova (n.24), carnefice di Vania King per 5/7 6/3 6/4.

Colpaccio Sarita. Sara Errani ha raggiunto Francesca Schiavone (aspettando Flavia Pennetta) al terzo round degli Us Open. La piccola bolognese ha fatto il Gigante contro Alisa Kleybanova (n.28), estromessa dalla kermesse americana con un netto 6/2 6/3, in 1h e 25′ di match. Nonostante le 9 palle break concesse all’avversaria (solo una convertita), il servizio dell’azzurra ha lavorato abbastanza bene, piazzando un discreto 85% di prime palle in campo, 3 ace e un solo doppiofallo.

Flavia non sbaglia. Dopo il match allenamento contro la falconi, Flavia Pennetta (n.19) era chiamata oggi a confermare le buone impressione contro una tennista esperta come Agnes Szavay. Missione compiuta con la brindisina che ha scherzato l’avversaria nel primo set, durato appena 27 minuti e terminato 6/1. Leggermente più complicato il secondo parziale, nel quale l’ungherese ha tentato di opporsi all’azzurra, riuscendo però solo ad allungare il set fino al definitivo 6/4.

Kim chiude in bellezza. Ci mette poco Kim Clijsters (n.2) a concludere il programma odierno del main draw femminile. La belga ha sconfitto Sally Peers con un secco 6/2 6/1, in appena 56′. Troppi errori durante il match per la giovane australiana, che contro la sua beniamina (Sally ha confessato di avere il poster della Clijsters in cameretta) ha tentato una minima resistenza solo nel primo set. Nel terzo round la campionessa in carica se la vedrà con la Petra Kvitova, che ha battuto Elena Baltacha 7/6(5) 6/3.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.