VINCI E ERRANI SENZA PIETA’

Roberta Vinci vola al 3° turno degli Us Open annullando due palle match alla kazaka Shvedova e trionfando in rimonta con il punteggio di 3-6 7-5 7-5. Nella notte Sara Errani demolisce Vera Duschevina 6-0 6-1

Be Sociable, Share!

LA VINCI NON PERDONA. URAGANO ERRANI

giovedì, 30 agosto 2012 Michele Maltese
invia il tuo commento

New York (USA) – Bella impresa di Roberta Vinci, che si salva per il rotto della cuffia e con grinta e carattere alla fine merita la vittoria contro Yaroslava Shvedova, n.33 del mondo. Match durissimo per Robertina, che inizia male, finendo per cedere il primo parziale per 6-3. La rimonta della tarantina si concretizza però nei successivi due parziali, dove annulla anche due palle match sul 5-4 del terzo, prima di finire a braccia alzate con il punteggio di 3-6 7-5 7-5. In tarda serata conquista agevolmente il 3° turno anche anche Sara Errani , che spazza via la russa n.104 del mondo Vera Duscevia, travolta 6-0 6-1 in meno di 50 minuti.
Inizio titubante. Yaroslava Shvedova da qualche mese è molto più conosciuta agli appassionai italiani per via di quell’incredibile 24-0 rifilato a Sara Errani lo scorso giugno a Wimbledon. Ora, in una sorta di vendetta trasversale, Roberta Vinci toglie nella maniera più cruenta alla kazaka la possibilità di bissare il suo miglior risultato a New York ottenuto nel 2009. Due match point falliti sono duri da digerire, ma alla fine il successo della tarantina è meritato. La seconda sfida diretta tra le due inizia meglio per la kazaka, che ottiene molto dal servizio e colleziona ben 21 vincenti. L’azzurra regge fino al 2-1 in suo favore, prima di prendere un’imbarcata di 4 giochi consecutivi che le costano il parziale. La Vinci rimonta solo uno dei due break di svantaggio, e con qualche errore di troppo sulle spalle cede la prima frazione per 6-3.
Grinta Roberta. Nel secondo l’azzura cambia passo, alza il suo livello di gioco nonchè la sua tenuta al servizio. La kazaka subisce il buon avvio dell’italiana, che strappa il break in apertura e confermandolo nel 4° gioco nonostante 2 palle break concesse.  Avanti 4-2 l’azzura perde sicurezza, e l’acuto della kazaka riporta tutti in parità dopo l’8° gioco sul 4-4. Roberta tiene botta, affonda i suoi terribile beck di rovescio aprendosi il campo a suo piacimento, finendo per capitalizzare il tutto al meglio. Sul 5-5 Roberta ribalta un game da 40-15 e infila il break decisivo  che le consegna a 0 il secondo parziale per 7-5. Il terzo set riequilibra ancora di più le forze,e le due giocatrici non riescono a superarsi. Un paio di break consecutivi tengono il parziale in equilibrio sul 3-3, che anticipa l’allungo non decisivo della Shvedova, che a 30 trova il break per salire 5-3 e andare a servire per il match. La risposta azzurra è impeccabile, e l’immediato controbreak a 15 riporta la Vinci in scia. I pericoli ristagno ancora per la tarantina, che in un durissimo 10° gioco disinnesca due palle match della kazaka, impattando sul 5-5.  Per l’ex sovieta è un colpo da ko che spiana la strada all’azzurra. Roberta completa la sua rimonta ionfilando un parziale di 8 punti a 1 e finendo a braccia alzate sul 7-5. Adesso per lei l’insidia Cibulkova, n.14 del mondo.
Sarita schiacciasassi. Match senza storia per Sara Errani, che asfalta Vera Duschevina vola al 3° turno degli Us Open. Davvero troppa la differenza in campo tra le due, con l’azzurra in costante pressione sin dal primo game. La bolognese domina su tutti i fondamentali senza lasciare chance alla sua avversaria, costretta ben presto ad alzare bandiera bianca. Il 13 minuti Sara vola sul 5-0, prima di affrontare l’unico game ai vantaggi del primo parziale che la n.10 del mondo porta a casa per 6-0. Troppo remissiva e poco pericolosa la russa, che anche nel secondo set va in crisi. Sara martella da fondo allungando fino al 3-0, rilassandosi un attimo solo al 4° gioco, dove concede il break per l’unico game della russa, che subito dopo torna sotto finedo per arrendersi sul 6-1.  Adesso al 3° turno la Errani affronterà Olga Puckova, n.143 del mondo.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

I Commenti sono chiusi