CLIJSTERS O ZVONAREVA PRIMA?

Kim punta alla terza vittoria a Flushing Meadows mentre Vera, dopo la finale persa a Wimbledon, mira a conquistare finalmente un major. Head to head e quote

Be Sociable, Share!

E’ il giorno della finale del singolare femminile a New York. Di fronte la numero 2 Kim Clijsters e la numero 7 Vera Zvonareva. Ieri la belga ha battuto, dopo dura lotta, Venus Williams mentre la russa si è imposta in due set a Caroline Wozniacki

ZVONAREVA-CLIJSTERS 2-5
Dopo aver abbattuto il “Muro di Odense” a suon di dritti e rovesci e aver messo in crisi il servizio di incordatura degli Us Open, Vera la seria si rigira tra le mani il sogno già accarezzato due mesi fa in quel di Wimbledon e spento allora dal servizio e dalla solidità di Serena Williams. La moscovita, rivoluzionata dal nuovo coach Demekine, non ha fatto una piega dopo aver battuto Caroline Wallzniacki al termine di un incontro a tratti perfetto, nonostante le avverse condizioni climatiche. Eppure, la Zvonareva non era giunta a New York accompagnata dalla fanfara: la netta sconfitta patita in finale a Montreal proprio contro la danese aveva solo in parte attenuato la delusione per le due nette sconfitte rimediate a San Diego e Cincinnati per mano rispettivamente di Coco Vandeweghe e Flavia Pennetta. Accreditata della testa di serie numero 7 e con la testa piena del brutto ricordo di un anno fa, quando gettò alle ortiche sei palle del match contro la stessa Pennetta e con esse la possibilità di entrare nei quarti, Vera non è mai stata veramente in difficoltà nel corso dei sei precedenti turni anche se ha potuto viaggiare in autostrada fino alle semifinali. La slovacca Zuzana Kucova, le tedesche Lisicki e Petkovic, la rumena Dulgheru e l’estone Kanepi non potevano infastidirla più di tanto; ma la corsia si è repentinamente ristretta al penultimo atto, quando dall’altra parte della rete si è materializzata la figura della numero uno del seeding. La Wozniacki veniva da tre titoli conquistati su quattro e voleva giocarsi tutte le chance di diventare la nuova regina della classifica mondiale. Tanto per non trascurare nulla, la ventenne di Odense aveva demolito un’ottima Sharapova negli ottavi, forse troppo fallosa nel servizio e non abbastanza incisiva in risposta ma certamente frustrata dalle decine di extra-ball propinategli da Caroline. Contro Vera però la tattica non ha funzionato, perché la russa ha picchiato forte e duro (e ne sanno qualcosa le corde delle sue Prince) e si è mossa sul campo come una ballerina. Nella sua seconda vita tennistica, iniziata quasi per scherzo sotto il tetto mobile di Wimbledon e culminata finora con il sogno impossibile di un anno fa, quando vinse questo torneo poche settimane dopo il rientro ufficiale nel circuito, Kim Clijsters non ha mai battuto Vera Zvonareva. I due episodi, peraltro recenti, sono stati in fotocopia: primo set vinto in scioltezza, secondo combattuto e perso, terzo a senso unico per la russa. Ecco perché “Kimbattibile” non sarà affatto serena nella sua terza finale consecutiva a Flushing Meadows. E nemmeno potrà aver accresciuto la sua fiducia ripercorrendo l’andamento degli ultimi due match, in cui la belga ha sofferto e rischiato prima contro Stosur poi contro Venus Williams. La Clijsters ha maggior spessore ed esperienza e questo in una finale ha la sua bella importanza, ma Vera non è più quella isterica e arrendevole che si fece sopraffare dall’emozione e dalle responsabilità al primo turno degli Australian Open 2006, opposta alla rientrante Martina Hingis. Per entrambe le contendenti vale il detto non c’è due senza tre: la Zvonareva vorrebbe applicarlo agli scontri diretti del 2010 mentre la Clijsters punta al tris, dopo i successi del 2005 e del 2009. Se proprio devo, prendo la Zvonareva.
2002 Us Open 3°t Clijsters 16 75 64
2006 Eastbourne 3°t Clijsters 30 ritiro
2006 Wimbledon 1°t Clijsters 75 63
2006 Stanford QF Clijsters 62 36 61
2006 Hasselt SF Clijsters 64 36 64
2010 Wimbledon QF Zvonareva 36 64 62
2010 Canada Open QF Zvonareva 26 63 62

QUOTE: E’ di Sisal la forbice minore tra le quote delle due giocatrici: 1,43 per Kim Clijsters e 2,6 per Vera Zvonareva. Però con la russa vincente si triplica quasi la vincita con Betfair ed Eurobet (2,9). Resto della mia idea: vince Vera.

Be Sociable, Share!
Be Sociable, Share!

Lascia un Commento

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.